News

Caso positività Vida: tremano 7 club italiani

12.11.2020 11:52

Un caso che sta scuotendo numerosi club europei. L’episodio al centro delle cronache è avvenuto nel corso dell’amichevole Turchia – Croazia, terminata 3-3. Domagoj Vida, difensore croato, al termine dei primi 45 minuti ha lasciato il campo dopo aver accusato dei sintomi riconducibili al Coronavirus. Va evidenziato che tutti i componenti dei gruppi squadra delle due nazionali erano risultati negativi ai tamponi effettuati prima della gara. Cosa che non è avvenuta nei successivi test, Vida, infatti, è risultato positivo nei tamponi realizzati in vista della Nations League. La positività ha scatenato il panico, non solo nelle nazionali impegnate nell’amichevole, ma anche in tutti i club che avevano i giocatori convocati con Turchia e Croazia. A rischio contagio 7 calciatori “italiani”, negli ospiti erano in campo dal primo minuto Badelj, Pasalic (andato anche in gol) e Rog, nei padroni di casa Cetin. È subentrato nel corso della gara, quando Vida aveva già lasciato il campo, Demiral, mentre Çalhanoğlu non ha effettuato l’ingresso sul terreno di gioco. Infine, Perisic faceva parte del gruppo squadra croato. Un imprevisto che preoccupa non poco i club italiani, molti dei quali sono già alle prese non numerose positività. 

Sassuolo: in quattro si allenano a parte
Juventus: problemi a centrocampo per Pirlo