News

Cagliari: Simeone racconta come è diventato decisivo

26.07.2020 09:55

Giovanni Simeone ha spiegato a Sportweek come ha capito dove migliorare e l'importanza del tecnico dei sardi: “lo so, corro troppo. Me lo dicono tutti, Zenga compreso. Avevo bisogno di tempo per capirlo e me lo sono preso con il lockdown. Mi sono rivisto qualche gara del Cagliari, mio padre mi ha mandato dei video di partite ed allenamenti dell’Atletico ed ho potuto vedere i movimenti dei suoi attaccanti. Ho capito che se invece di fare 12 chilometri a partita mi fossi comportato come loro avrei avuto qualche gol in più. Zenga è nato il 28 aprile come mio padre, a volte mi sembra i sentire lui quando allena. Stesso tono, stesso carisma, stesse parole. E’ uno che dà fiducia, ti sta addosso e non c’è cosa migliore. Mi ripete sempre la stessa cosa: ‘Giovanni, fammi un favore, non correre. Stai lì davanti. Pensi troppo, gioca d’istinto’. Ma io sono una persona generosa: mi piace aiutare, mi fa sentire bene”.

Milan - Atalanta: le formazioni ufficiali
Napoli: Gattuso su Ruiz, Mario Rui e Demme